Comicon 2013: cronistoria di un avventuriero – Quarta ed ultima parte

"Il lamento di Midna si è perso nell'ombra, nessuno può ascoltare il mio grido ... Ora Nessuno può cogliere la luce in un mondo fatto di tenebra. Ho provato, ho lasciato che lei mi proteggesse, ma non è stato sufficiente"
“Il lamento di Midna si è perso nell’ombra, nessuno può ascoltare il mio grido … Ora Nessuno può cogliere la luce in un mondo fatto di tenebra. Ho provato, ho lasciato che lei mi proteggesse, ma non è stato sufficiente”


– GIORNO 4 (28/04/2013) –

Ore 13,00 circa: BUFFONI IN MASCHERA. Ci siamo. L’inizio della fine. Oramai, anche l’edizione 2013 del Salone Internazionale del Fumetto sta per volgere a termine. Quest’oggi mi sono leggermente anticipato: è l’una e sono in procinto di varcare i cancelli di ingresso per l’ultima volta. Ma è ancora presto per farsi attanagliare dalla nostalgia, non è mai troppo presto invece per contattare il discepolo e chiedergli dove si trova. È nella sala cinema, insieme alla Comitiva Storica™, ad assistere alla conferenza delle Webseries; mi comunica che la sala è affollatissima e che risulta difficile persino accedervi. Prendo allora la decisione di congedare momentaneamente il discepolo per andare a piazzarmi sotto il palco esterno, dove sta avvenendo l’ultima preselezione della gara Cosplay che avrà inizio alle ore 16 circa. Ne approfitto per scattare un bel po’ di foto ai cosplayer in gara.

Hades ha finalmente posto fine alla vita di quel bimbominkia di Seiya. (in)Giustizia è fatta. A parte ciò, il costume è semplicemente da applausi

Ore 14,00: SUPER MARIA BROS. Conclusasi la preselezione ( o quasi… ad un certo punto me ne sono dovuto andare, troppo sole; forse però avrei dovuto farlo prima, l’insolazione me la sono buscata ugualmente, ahimè) mi dirigo verso la sala cinema dove becco, nell’androne,  Daniele (il discepolo) e Manuel, ancora una volta nelle vesti dei protagonisti di Ao Oni. Nell’attesa che gli altri escano dalla sala – la conferenza non si è ancora conclusa – ne approfitto per addentare un panino e per girare il filmato pubblicato in apertura di articolo. Successivamente, raggiungiamo gli altri nei pressi delle scale poste all’ingresso dell’edificio, che nel frattempo sono usciti dalla sala. Alessandra è conciata in una maniera tale da sembrare Mario, ma naturalmente in versione femminile.

Parappaparapa-pà! It’s me, Maria!
Della serie incredibile ma vero: due perfetti sconosciuti si incontrano per caso al Comicon e scoprono di essere vestiti in maniera pressoché identica – dalla foto non si evince, ma indossano anche le stesse Converse rosse.

Ore 15,00: JULIET STARLING. Mentre sul palco esterno si esibiscono gli Anime C.T.B. (o almeno credo si tratti di loro), i quali ci allietano suonando e cantando le sigle storiche dei cartoni animati, prendo il discepolo sotto braccio e comincio a girovagare con lui un po’ per tutto il Comicon. Nel nostro lungo peregrinare, oltre a scattare foto varie, incontriamo Daniela, una giovane e graziosa cosplayer nelle vesti di Toon Link che abbiamo avuto modo di conoscere grazie a facebook; becchiamo inoltre Jlenia, una ragazza alla quale avevo scattato un po’ di foto durante il Comicon dell’anno scorso, quand’era vestita da Ada Wong. Ne approfitto per scambiare  quattro chiacchiere con lei. E dopo uno Slash ed un Osvaldo Paniccia, ecco arrivare la classica ciliegina sulla torta: distesa su un prato insieme ad alcuni suoi amici scorgo nientemeno che… l’ineguagliabile Juliet Starling!

Linkinaaa!!!
Siore e siori, ecco a voi… Juliet Starling!
Ad un evento grande qual è il Comicon, è possibile incontrare davvero chiunque, compresi il redivivo Osvaldo Paniccia e il suo scopritore Andrea Diprè!

Ore 16,30: GARE. Come ormai è consuetudine, perdo di vista sia il discepolo, sia il resto della comitiva, al che decido di piazzarmi nuovamente nei pressi del palcoscenico per assistere alla gara finale del Cosplay Challenge. Inutile ripetermi, vi illustro qualche foto dei cosplayer che più mi hanno colpito – per tutte le altre foto, controllate a fondo articolo.

Iron Man. Lo avete già potuto ammirare nel filmato in apertura di articolo. Ogni ulteriore commento sarebbe superfluo. Ezio Capuozzo, questo il suo vero nome, purtroppo non ha vinto la gara, pur avendo costruito da sé un’armatura pressoché perfetta utilizzando del legno e dei pezzi di giocattoli e vecchi computer. Ha promesso che l’hanno prossimo arriverà al Comicon volando. Come non credergli?
Jack Skellington. Anche qui, servono commenti? Giornate intere a camminare sui trampoli, con orde di astanti che lo pregavano di farsi fare un foto. Idolo.
Una delle creature più orripilanti dell’universo di Silent Hill, il Siam di Homecoming. Se volete saperlo… sì, sono rimasti tutto il giorno “attaccati”. Sul palco, subito dopo la loro esibizione, alla domanda “avete qualcosa da dire?” la ragazza che sta sopra ha risposto”non ce la faccio più, vi prego uccidetemi”. Stima infinita. PS. foto a cura di Daniele Fummo
Come definire questo costume? Sfarzoso? Un’orgia di colori? Mi spiace che abbia dimenticato di fotografare il meraviglioso retro della gonna.
“Nonnina, nonnina, ma che ali grandi che hai!” “È per volare meglio, piccina mia!” Vi lascio solo immaginare quanto un atto semplice, quale è quello del salire sul palco, sia stato per questa ragazza un procedimento ai limiti del possibile.
Infine, il cosplay dell’ambulanza, in assoluto il travestimento migliore di tutto il Comicon 2013. Ehm…

Verso metà gara, purtroppo, a  causa del caldo eccessivo e del sole battente (oramai sono diventato color aragosta…) cedo, mi allontano dal palco e cerco riparo all’interno, nei pressi dello stand Nintendo. Lì ri-becco Annamaria (sempre di Videl vestita) con il suo boyfriend. Optiamo per l’ennesima partita a New Super Mario Bros. U. Per quanto possa sembrare assurdo, il ragazzo di Annamaria, con il paddone fra le mani, riesce ad essere persino più infame di Pietro. Durante il massacro, sento “tocchicciarmi” le spalle; mi giro e mi ritrovo il faccione di Eggman in primo piano. Trattasi del mio amico Liam, che ha rubato la parte di sopra del costume dell’arcinemico di Sonic ad un suo amico.

Una Sonic, una Tails e un mezzo Eggman. Cosa volere di più dalla vita? Magari anche una Knukles.

Saluto Liam e la sua comitiva e decido di dirigermi nuovamente verso il palco – tanto ormai sono le 18 passate e il sole batte in maniera meno insistente rispetto a prima. Giunto a destinazione, reincontro Alessandra, che è in compagnia di Giuseppe e delle sorelle Marrone. Le esibizioni dei cosplayer si sono concluse ma ancora non hanno annunciato il vincitore (o meglio, i vincitori; i premi messi a disposizione sono molteplici). Per ingannare l’attesa, i presentatori decidono ancora una volta di intrattenere il pubblico, ma a ‘sto giro con una gara di karaoke; Caterina, una delle due sorelle Marrone e la sua amica Denise, decidono di gettarsi nella mischia.

Il successo, come prevedibile, è garantito: dopo aver esordito con “Detective Conan” ed aver sbaragliato tutti gli (stonati) avversari, le nostre eroine giungono in finale e vincono cantando “Che Campioni Holly & Benji”. Insomma, la mia comitiva ottiene due fantastici (eerr…) portachiavi a forma di maglietta nel giro di due giorni…

Dopo i baci, gli abbracci e le grida di gioia (manco si fosse vinta una finale di Champions), ci dirigiamo verso le scalinate per assistere con comodo alle premiazioni finali dei cosplayer. Lì incontro, finalmente, le mie architettE preferite: Fabiola la Rossa detta B e Valentina Rampullino (o Raduccino, che dir si voglia); purtroppo per loro, hanno avuto modo di presenziare al Comicon solo la Domenica sul tardo pomeriggio. Meglio tardi che mai, come si suol dire in questi casi. Ad ogni modo, possono tornarsene a casa felici e contente e con un paio di fumetti in più.

Guardando questa foto noto che la formazione iniziale delle Charlie’s Angels è di nuovo al gran completo, e che le member sono poste una di fianco all’altra. Ok, ho parlato troppo… certe cose devono rimanere segrete…

Ore 19,30 in poi: ARRIVEDERCI. È tempo dei saluti finali. La giuria ha espresso il suo verdetto (non chiedetemi chi ha vinto cosa, alla fine mi sono distratto e ci ho capito poco), il Comicon comincia a svuotarsi e tutti i miei amici vanno via. Prima di dare il mio personale “arrivederci all’anno prossimo”, decido di fare un ultimo giro per gli stand; di solito quando si è agli sgoccioli della manifestazione si trovano le offerte migliori. Ed ancora una volta ho avuto ragione: concludo l’intensa avventura portandomi a casa la statua di Kula di King of Fighters per soli 20€.
Un abbraccio e un ringraziamento a tutte le persone che hanno contribuito a rendere magica ques’edizione 2013 del Comicon, in particolare a tutti i miei amici e conoscenti. Arrivederci all’anno prossimo!

PS. Prima di lasciarvi visionare in tutta tranquillità il resto delle foto, è doveroso da parte mia fare un commento finale: il Comicon di quest’anno non è stato tutto rose e fiori. Di motivi per cui lamentarsi ce ne sarebbero tanti (in primis la solita fila immane del primo giorno), ma in particolare, quello che mi ha – e ci ha, da quanto leggo in giro – infastidito più di tutto è stata la presenza massiccia di truzzi/cuozzi di ogni specie, gente che c’entra davvero poco con una manifestazione del genere. I fastidi che hanno causato sono davvero tanti, ma il peggiore è stato sicuramente il pestaggio a dir poco vigliacco (un branco contro uno, peraltro in una zona isolata) di un cosplayer. Ai vigliacchi in questione non posso che consigliare, seriamente, di darsi fuoco.

TUTTE LE FOTO DEL COMICON GIORNO 1: http://dfiles.eu/files/sgcpaiqam

TUTTE LE FOTO DEL COMICON GIORNO 2: http://dfiles.eu/files/foaofkazv

TUTTE LE FOTO DEL COMICON GIORNO 3: http://dfiles.eu/files/pa4x7df8z

TUTTE LE FOTO DEL COMICON GIORNO 4: http://dfiles.eu/files/3d6k0tbhk

Annunci

Un pensiero su “Comicon 2013: cronistoria di un avventuriero – Quarta ed ultima parte”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...