Una collector al giorno toglie il gheimer di torno – file #005: Kombattimenti Mortali

Ordunque, ne sono passate di stagioni sotto i ponti (ma non era l’acqua? Ndvoicheleggete / non più, troppo caldo, c’è siccità NdAnèr) dall’ultimo episodio della rubrica, ma ormai dovreste saperlo: “Ho avuto tanto da fare e/o non ‘tenevo’ la voglia”.

"Gnè gnè gnè, ti ho rubato il nasino!" "Gnè gnè gnè, ti ho strappato il fegato, coglione!" - la quotidianità fra i giovani abitanti dell'Outworld.
“Gnè gnè gnè, ti ho rubato il nasino!” “Gnè gnè gnè, ti ho strappato il fegato, coglione!” – la quotidianità fra i giovani abitanti dell’Outworld.

Tipo, ho dovuto strappare l’intestino ad un cuozzo* e darlo al Frarru, poiché al nostro bassista occorreva una nuova corda per il suo strumento musicale, ho dovuto rimuovere la colonna vertebrale a tutti i Puffi del villaggio – e quello sfruttatore di Gargamella ancora non mi ha pagato… Mi sono persino visto costretto a compiere atti di cannibalismo (a dirla tutta non così inconsueti, per noi RattiZombie), tagliando a metà ggente random e cibandomi delle loro interiora. Tutto per colpa dello spread. Chiunque esso sia. Ma, d’altronde, avrei mai potuto mancare ad un concerto degli Scorpions?

Ed a proposito di Scorpioni pucciosi e Ghiaccioli Umani Sotto Zerooltre che saporiti, anche rinfrescanti, soprattutto di questo periodo o dopo aver gustato un’ottima pizza – a ‘sto giro vi mostrerò la bellissima (bugia) Collector’s Edition di Mortal Kombat per Xbox 360 (ma va? non l’avevamo mica capito… Ndvoicheleggete / pardon, vi ho sopravvalutato NdAnèr). Bellissima tanto quanto la merda di cane spalmata sotto la suola della vostra scarpa destra. Perché? E pecché pecché ‘ndringhete ‘ndra,  miez ‘o mar nu scoglio ce sta!
No dai, nessuno scoglio, nessun mare, nessuno Schettino – a meno che non ci si riferisca allo scoglio, contro cui ha cozzato la testa, l’ideatore della collector in questione. Essì, duole ammetterlo, ma purtroppo ci troviamo d’innanzi ad una delle limitednonpoicosìlimited più pesce** mai concepite. Cominciamo con quello che dovrebbe essere il piatto forte: la statuina in PVC ritraente i buon vecchi Scorpion e Sub Zero. Soprassediamo sul fatto che, al posto dei due loschi figuri in questione, avrei ovviamente gradito la presenza di due lodevoli squinzie quali possano essere Kitana e Mileena (senza disdegnare una Sonya Blade qualunque, of course); la bruttezza di tale opera e la NON cura con cui è stata modellata è persino difficile da commentare. Date un occhio voi stessi -e poi cavatevelo, così siete pure in tema:

Sì ma il resto? Il resto è poca roba. Un artbook discreto ma nulla più (odore pessimo, poca presenza di fanciulle meritovoli e troppe poche mutandine rosa) e una steelbook metallica ritraente il logo di Mortal Kombat. Una steelbook che, peraltro, ha uno sgradevole sapore di ruggine (ho provato a mangiarla, il dottore ha detto che ho bisogno di ferro, ma sa proprio di ruggine… Bleah!). In definitiva, pollice verso e tutti a casa, senza possibilità di appello.

“E il gioco? Il gioco dov’è?” Vi starete chiedendo. Beh sappiate che il disco è ancora in prestito ad una certa fanciulla conosciuta come Angeladà. Non lasciatevi ingannare dal suo appellativo: col cacchio che ve la darà! Anzi, non provateci nemmeno, rischiereste di fare una brutta fine. Sì perché la donzella in questione sa essere molto violenta e manesca. D’altronde, ama Mortal Kombat…

Come direbbe il nostro cantante Bellu: “Tutti i nodi vengono al pettine”. No, non c’entra niente, ma era un modo come un altro per citare una celebre frase del Nostro cantantO (anche lui “rugginoso” come la steelbook) e per congedarvi, giacché l’episodio di oggi termina qui. Augurandomi, e augurandovi, che fra questo e il prossimo appuntamento con la rubrica più amata dalle scimmie non passino troppe ere geologiche, vi mando un “sub-zeriano” abbraccio – che con ‘sto caldo apprezzerete sicuramente.
E mi raccomando, care scimmiette, guardatevi le spalle (e le palle, in caso foste uomini) dagli abitanti dell’Outworld. Quando meno ve lo aspettate, potreste ritrovarvi senza denti, senza polmoni, senza colon o anche senza ovaie (nel caso foste donne).
See you next time! (cit.)
Chapeu!

*dicesi cuozzo il tamarro tipicamente napoletano.
**significa (più o meno) brutto, mediocre e simili. Deriva dal kaibano, la lingua ideata da Ualone, l’ex caporedattore di PSM.

Curiosità:

– alcuni dei link presenti nell’articolo sono stati consigliati da Angeladà, la ragazza violenta e burbera di cui vi ho accennato nell’articolo (vedi didascalia della quarta immagine)

– a causa del caldo di questi giorni, Anèr ha impiegato circa 67 ore e 13 min per la stesura di questo episodio

– nessun essere umano è stato realmente maltrattato e / privato di alcuna parte del corpo. Di fatto, un cuozzo, un puffo o la “ggente” non può essere considerata come facente parte del genere umano.

PS. una fantastica notizia (o forse no?) per tutti i nostri lettori! A breve partirà una nuova rubrica denominata ‘Mailrats‘. In cosa consisterà? Semplice: mandateci le vostre lettere (o anche domande, su questa rubrica, sul gruppo o ancora su qualsiasi cosa vi passi per la testa) virtuali al seguente indirizzo mail: imallrats@gmail.com. Le più meritevoli, simpatiche, geniali o stupide potrebbero essere pubblicate. Forse, vi risponderemo anche. Vi aspettiamo numerosi!

PPS. Come sempre, rinnovo  il mio invito: se voi tenete la voglia, mandate pure al mio indirizzo mail le foto delle vostre collezioni (di videogiochi, di fumetti, di vibratori, ecc.) ve le commenterò con il solito sarcasmo da quattro soldi (e che non fa ridere nessuno) che mi contraddistingue.

Negli episodi precedenti:

Annunci

3 pensieri su “Una collector al giorno toglie il gheimer di torno – file #005: Kombattimenti Mortali”


  1. non sono violenta e burbera u.u solo perchè mi esalto quando faccio volare teste o castro qulacuno……sono solo diversamente dolce!! u.u

    Scorpion :3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...