Recensione (giusta e obiettiva… forse): Sonic Generations

Brrr, che brutto personaggio. Tutto quel blu poi mi irrita le pupille.
Brrr, che brutto personaggio. Tutto quel blu poi mi irrita le pupille.

Questo gioco fa cagare sangue a spruzzo. Sii, insoooomma, cioè, è proprio brutto. SEGA deve capire che è ora di mandare in pensione il porcospino blu, e lasciarlo morire in pace. Voglio dire, neanche il tempo di fare qualche livello di questa nuova iterazione del riccio più veloce della storia, che appaiono i primi rallentamenti. Certo, nella concitazione dell’azione a stento si notano, a onor del vero sono quasi del tutto impercettibili, roba che ti ci devi impegnare per notarli, ma figa, è scandaloso. È scandaloso che nel 2011 ancora escano dei giochi con dei cali di frame simili. Ma questo è nulla. La storia, signori. La storia non sta assolutamente in piedi, e neanche seduta (ok, questa è pessima). Farraginosa, inconcludente, ridicola, così come è ridicolo che oggidì venga trascurato un fattore di tale importanza. La cosa più preoccupante, in ogni caso, è che SEGA proprio non riesce a raggiungere i fasti di una volta, tipo come ai tempi del Megadrive (me ne hanno parlato, dev’essere una buona console).

Che brutta visione. Cieli azzurri, discese ardite, verdi praterie in fiore… Sonic è futurismo, sci-fi, robot, freddo acciaio, non sta roba qua

Diamine, ‘sto Sonic (che a dir la verità non è che mi stia troppo simpatico come personaggio) corre troppo, troppo, troppo, sia nel Generetions, sia nei precedenti, recenti, capitoli. Voglio un platform, non un gioco di guida mascherato da platform. Eh vabbeh, SEGA ci avrebbe anche provato ad inserire delle sezioni platform, ma è evidente che ormai non ne è più capace. Un level design (qualunque cosa sia) scabroso, troppo orientato al “trial and error“, che rende il gioco lento. E Sonic, è risaputo, deve correre, correre, correre! Si ok, per dovere di cronaca bisogna sottolineare come alcuni livelli di questo Generations siano molto ben riusciti, ma…. Beh, al Sonic Team piace vincere facile, visto che sono presi paro paro dai vecchi episodi in 2D (appena ne ho la possibilità, mi scarico le rom, devono essere proprio belli). E poi… vogliamo parlare del maledettissimo Homing Attack? Il quale ammazza definitivamente il platforming (ooooh, quanti inglesismi! Sono proprio un figo)? Terribile. Ancora più terribile il fatto che nel Classic Sonic tale feature (sisi, sono indubbiamente un figo!) venga a mancare. Assurdo. Neanche il tempo di abituartici nei livelli con Sonic moderno, che passi a quelli classici e perdi le vite perché ti dimetichi che non si può più usare. Raccapricciante. Certo, ora mi verrete a dire che, volendo, nel gioco è possibile acquistare (ed equipaggiare a proprio piacemento) una miriade di feature (sìsì, mi piace proprio questo termine, credo ne abuserò ad oltranza), tra cui quella che consente di implementare l’homing attack anche nei livelli classici, ma questo significherebbe giocarci a fondo, ed io non ne ho la minima voglia – non ho tempo da buttare in scempi del genere!

Sonic-Generations-Chemical-Plant-Zone-Screenshots-1
Che brutta visione. Futurismo, sci-fi, robot, freddo acciaio… Sonic è cieli azzurri, discese ardite, verdi praterie in fiore, non sta roba qua

Infine, a chiudere un quadro già disastroso e disastrato di suo, ci pensano una colonna sonora né carne né pesce (pochi temi, riarrangiati male), un doppiaggio in italiano inascoltabile (ok, si possono selezionare doppiaggi in tutte le lingue, idem per i sottotitoli, ma leggere i sottotitoli mi distrarrebbe dall’azione, e non capisco niente di inglese figuriamoci di altre lingue, quindi sono costretto a lasciare il doppiaggio ita senza sottotitoli… brutte cose), dei personaggi secondari orribili, ed una longevità ridottissima (e chissene dello scoring, delle sidequest, della rigiocabilità, dei contenuti da sbloccare… è roba che peraltro non so neanche cosa sia). Poi solo tre boss, e un modo barbaro di conseguire i Chaos Emerald.

Sii, insoomma, cioè, altro che celebrazione, Generations è commiserazione! (citazione)

Voto: 5– (cinque meno meno)

Anèr dedica questo onesto, ma soprattutto ben scritto, articolo a tutti (fatta eccezione per qualche anima pia) i competentissimi recensori che, negli ultimi dieci anni, hanno recensito con indubbia professionalità qualsivoglia gioco avente come protagonista il riccio blu di SEGA, ed augura loro una serena e felice Pasqua.

Annunci

Un pensiero su “Recensione (giusta e obiettiva… forse): Sonic Generations”

  1. Cazzo, io farò parte del gruppo delle “anime pie” o di quall’altro?
    Valle a sapere certe cose.

    Quasi dimenticavo: feature è davvero un bel termine.
    Abusiamo di lui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...