Il novembre del videogiocatore

epicness
Novembre. Un mese freddo, cupo, triste. Un mese in cui l’autunno dà libero sfogo a tutto il suo malinconico essere. Cieli azzurri ricoperti da nuvole cineree intrise del loro stesso pianto, foglie ingiallite che esalano l’ultimo respiro accasciandosi delicatamente al suolo cementato della caotica città. Dalla finestra, un panorama che sembra dipinto con i colori slavati di un acquarello, succubo di un’incessante pioggia mietitrice. La voglia di uscire (di casa) e di addentrarsi, come ogni giorno, nell’inferno della vita, è più debole che mai. Ma il novembre, d’altro canto, è il mese che, più di ogni altro, scalda i cuori (e fa diventare anoressici i portafogli) di ogni, grande o piccolo (sia ad litteram, sia metaforicamente), appassionato del media ludico-interattivo. Sarà che la ‘magica’ atmosfera natalizia, oramai poco distante, convince un po’ tutti a dilapidare stipendi, tredicesime, paghette e via discorrendo in oggetti di dubbia utilità (e tutto ciò, spesso e volentieri, in barba a crisi economiche mondiali),  sta di fatto che durante tutto questo mese, le uscite di stampo videoludico si accavallano l’una sull’altra in una maniera tale da far impallidire, persino, una Cicciolina alle prese con la sua migliore performance erotica. Gran parte delle software house, dalla più rinomata delle multinazionali al più piccolo degli studi indipendenti, decide dunque che il momento propizio per calare i propri assi dalla manica è proprio il triste e cupo novembre. Un novembre che, a rigor di logica, per un videogiocatore diventa tutt’altro che grigio, e si trasforma in un universo alternativo, dove i nuvoloni e i malumori lasciano il posto a mondi colorati, immaginifici, guerrafondai, ma sempre e comunque (o, almeno, quasi sempre) sollazzanti e spensierati.

Una storia che si ripete a cadenza regolare ogni anno ma, concedetemelo, mai come nell’attuale 2011. Questi giorni, e i prossimi a venire, sono e saranno talmente ricchi di uscite da mettere in imbarazzo anche il più accanito dei videogiocatori (tra cui, ovviamente, i Mallrats). Non solo tanta quantità, ma anche tanta, tantissima, qualità; una roba che, anche a voler comprare solo uno fra i titoli di maggior rilievo, si è ugualmente contenti per mesi. Un novembre, insomma, che rimarrà nostalgicamente impresso a fuoco nella mente di ogni nerd che si rispetti, fino alla fine dei giorni. Esagerazione? No, affatto. E ve lo dimostro.

Il 2 del corrente mese Uncharted 3: L’Inganno di Drake ha dato il via alle danze, e che danze, signore e signori. La migliore, senza se e senza ma (The Last Guardian permettendo), esclusiva che la Sony abbia mai avuto in ambito PS3, dotata di un comparto tecnico che a momenti pare anticipare quella che sarà la ‘next generetion‘ di console. Giocare ad Uncharted 3 equivale a trascorrere un’intera giornata fra le migliori giostre del luna park più grande del mondo. Un game dal ritmo serrato, senza momenti di stanca, divertente dall’inizio alla fine e graziato da una regia virtuale a dir poco hollywoodiana. Neanche il tempo di scendere dalla giostra per riprendersi, che un paio di giorni dopo è il turno del fenomenale Sonic Generations, un vero e proprio atto d’amore che SEGA dedica a tutti i fan del riccio blu, un riccio che nel 2011 ha compiuto la bellezza di 20 anni, vissuti tutti fra alti (molti) e bassi (pochi), ma sempre e comunque intensamente. Quattro giorni dopo, precisamente l’8 (si, è proprio oggi!) fa la sua apparizione sugli scaffali dei negozi di tutto il mondo il tanto discusso, quanto odiato, amato ma sempre in ogni caso acquistato o quantomeno giocato (un po’ da tutti, le vendite record sono lì a dimostrarlo) Modern Warfare 3, ennesimo capitolo di Call of Duty, lo sparatutto bellico (quasi) per antonomasia. E da una guerra moderna (a tratti futura, in quanto MW3 tratta di un’ipotetica terza guerra mondiale) si passa, dopo soli tre giorni, ad una guerra di stampo fantasy, un conflitto in grado di allietare in particolar modo tutti quei giocatori avvezzi ai giochi di ruolo di stampo occidentale. Mi riferisco, naturalmente, al massiccio (almeno stando agli screens e alle parole degli sviluppatori) The Elder Scrolls V: Skyrim. E siamo ancora all’inizio, carissimi, perché il meglio, per quanto possa sembrare assurdo, deve ancora venire. Nintendo, infatti, sgancerà le sue prime due bombe il 18 di novembre: Super Mario 3d Land per il nuovo portatile della casa di Kyoto e l’attesissimo The Legend of Zelda: Skyward Sword per Wii. Due titoli, e due icone videoludiche, che non avrebbero bisogno di presentazione alcuna. Sappiate comunque che il primo darà un senso ben definito al 3D stereoscopico del 3DS, mentre il secondo promette di essere il miglior capitolo della saga (e scusate se è poco, Ocarina docet), oltre a rappresentare un modo più che degno di festeggiare il venticinquesimo anniversario di questa meravigliosa epopea ludica (con tanto di edizione limitata, contenente il disco della colonna sonora in versione orchestrale e un Wiimote Plus dorato a tema Zelda; il portafogli, ancora una volta, sentitamente ringrazia). A proposito di anniversari, come ho potuto omettere l’uscita, prevista per il 15 di novembre, di Halo Combat Evolved Anniversary Edition per Xbox 360? Master Chief, il Super Mario di casa Microsoft, festeggia i suoi dieci anni passati a combattere Covenant riproponendosi, in una veste grafica totalmente rifatta e modernizzata, nel primo glorioso capitolo di questo eccezionale sparatutto. Quel capitolo che, dieci anni or sono, cambiò per sempre il modo di concepire gli FPS su console, e non solo. Inoltre, lo stesso giorno, farà la sua apparizione anche il quarto capitolo della saga rivelazione di questa generazione di piattaforme, ovvero Assassin’s Creed Revelations, il quale chiuderà definitivamente le vicende di un ormai vecchio e stanco Ezio Auditore. Che sia finita qui? “Ve piacerebbe”, direbbe il bassista dei Mallrats. Questo assurdo mese, infatti, si chiude decisamente con il botto. Il 25 escono, tutti insieme appassionatamente, Kirby’s Adventure (Wii), Rayman Origins e The King of Fighter XIII (entrambi su PS3 e Xbox 360), per la gioia immensa non solo di tutti i fan dei giochi di piattaforme e degli amanti dei BEU (Beat ‘Em Up, picchiaduro per i profani) in 2D (con sprite disegnati a mano ed in alta risoluzione, sia per KOFXIII sia per Rayman), ma anche dei gamers degni di tal nome.

Morale della favola, come avete potuto leggere, la situazione viaggia fra l’imbarazzante (in senso lato) e il memorabile. E si è anche voluto omettere tanti titoli, per così dire, minori, ma non mi andava di tediarvi oltremodo con le mie futili dissertazioni. Se siete dei videogiocatori di vecchio stampo, con “tanti anni nelle scarpe” (cit.) al pari dei Mallrats, allora starete sicuramente vivendo, come noi, il periodo più bello, ma anche più ‘difficile’ (il tempo scorre inesorabile e lascia poco spazio al diletto, mentre i soldi scarseggiano sempre) di tutta la vostra carriera fatta di salti, sparatorie, mazzate sui denti, funghi velenosi e via di questo passo. Ma non correte troppo, mi raccomando. Per quanto possa sembrare una cosa da ‘profani’, il mio consiglio, nonostante tutto, è il seguente: fate le vostre rinunce. Certe perle vanno assaporate, non trangugiate con avidità.

PS. Lo staff coglie l’occasione per augurare un buon compleanno al Frarru e al Belu. Il bassista dei Mallrats ha festeggiato oggi il suo trentunesimo anno di vita (prettamente ‘nerdacea’), ma… non glielo ricordate troppo: data la sua anzianità potrebbe essere colto da ipocondria acuta. Il ‘gigademone dalla lucente pelata’, che da voce alle canzoni dei Mallrats, ne ha compiuti invece trenta lo scorso 22 ottobre. Ci scusiamo per il ritardo, siamo pronti ad inginocchiarci sui ceci e ad essere fustigati.
Happy birtday, compagni, ed altri cento di questi giorni.

Annunci

Un pensiero su “Il novembre del videogiocatore”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...